Il Liceo "Lombardo Radice" di Catania promuove la lettura da sempre in quanto crede che essa possa insegnare a gestire autonomamente e consapevolmente il rapporto con la sfera dell’informazione e con le aspirazioni culturali personali degli alunni. Noi crediamo infatti, che le iniziative di promozione alla lettura debbano richiedere un collegamento costante fra agenzie educative e territorio mediante l’apertura verso iniziative ed esperienze in atto, in una visione globale della formazione dell’alunno.

L’educazione alla lettura  supera quindi, gli ambiti specifici dell’educazione linguistica per connotarsi come obiettivo più ampio di formazione della persona e ha come peculiarità formativa quella di consentire a tutti gli studenti di saper gestire autonomamente e consapevolmente il proprio rapporto con la sfera dell’informazione e con le proprie aspirazioni culturali.

Sul tema, infatti, promuoviamo specifiche iniziative che riguardano non solo la lettura, ma anche il sostegno delle imprese culturali e creative, la diffusione della conoscenza del patrimonio culturale, la promozione di celebrazioni, la valorizzazione e diffusione della memoria di eventi storici e di luoghi che li accolgano.

Il 24 ottobre ore 11.00 hanno relazionato:

- Pietrina Paladino, dirigente del liceo Lombardo Radice di Catania, saluti istituzionali.

- Marcella Labruna, referente per i beni culturali presso il Liceo G. Lombardo Radice, Titolo intervento "I libri: patrimonio culturale e non solo."

- Pietro Russo, dottorando di ricerca in Scienze dell'interpretazione presso l'Università di Catania e socio fondatore del Centro di Poesia Contemporanea di Catania,Titolo intervento "L'eredità dei padri: ‘un possesso perenne’ per affrontare la realtà".

- Pinella Leocata, giornalista storica della pagina culturale della testata "La Sicilia" di Catania, Titolo intervento "Il libro come forza vitale".

- Letture dei genitori e degli alunni



Il referente per Libriamoci
prof.ssa Marcella Labruna