Dal 15 al 17 dicembre il nostro Liceo avrà l’onore di ospitare un artista di fama internazionale, Felice Tagliaferri. Rispondendo ad un progetto pianificato dalle prof.sse Sabrina Fodale e Gabriella Vasquez per la classe VLB, Felice Tagliaferri lavorerà, coadiuvato dai ragazzi, ad una scultura che resterà come segno tangibile del suo passaggio nella nostra scuola.

La straordinarietà dell’evento è insita nella sostanza dello scultore stesso: colpito da cecità all’età di 14 anni, davanti a sé aveva due strade, quella della mesta chiusura nel buio alla disperante risposta ai mille perché o la ricerca del superamento del limite. Sappiamo quale delle due Felice ha imboccato: scoperta la scultura, ha trovato nella più plastica delle arti, il modo per dare visibilità ai suoi sogni, materialità ai suoi pensieri. Non potevamo non approfittare di questa eccezionale presenza per coinvolgere nella giornata del 17 dicembre, oltre alla VLB, anche le altre classi che incontreranno in remoto lo scultore alla presenza delle autorità cittadine, delle docenti organizzatrici del progetto e la stampa. Modererà l’incontro la prof Curatolo e sarà presente, anche, Danilo Ferrari, ex studente del Lombardo Radice, protagonista di un cortometraggio che lo vede al fianco dello scultore, esempi entrambi di una comunicazione possibile, al di la di ogni confine.