Stampa
Visite: 254

Il Dirigente Scolastico del Liceo Lombardo Radice, prof.ssa Concetta Mosca, con le studentesse e gli studenti delle classi 3^LB e 4^LA e le docenti Maria Lucia Ciancio, Olga Greco, Melania Spampinato hanno partecipato in data odierna alla Giornata organizzata per celebrare i 30 anni della Dia nella splendida architettura del Teatro Massimo Vincenzo Bellini di Catania.


Presenti alla manifestazione il Direttore della D.I.A. Maurizio Vallone il quale ha sottolineato come la Mafia adesso abbia cambiato aspetto rispetto a qualche decennio fa. Non più attentati eclatanti, stragi al tritolo, oggi la criminalità organizzata a stampo mafioso si insedia nell’economia, nel mondo degli appalti, pronta a cogliere la giusta opportunità per raggiungere i propri scopi.
Numerosi i rappresentanti delle Istituzioni: il Prefetto Francesco Messina, il Direttore Centrale Anticrimine della Polizia di Stato, la Signora Tina Montanaro, moglie di Antonio Montanaro, caposcorta del giudice Giovanni Falcone, rimasto ucciso nell’attentato di Capaci.
Uno spazio è stato dedicato anche alle studentesse e agli studenti delle scuole superiori di Catania che hanno interagito con gli ospiti ponendo loro molti quesiti. Gli interventi sono stati moderati dai giornalisti Salvo Palazzolo e Salvo La Rosa.
I giovani si sono chiesti quale futuro li aspetta, come possono affrontare il fenomeno mafioso.
Combattere la mafia è un compito complesso, è stato ribadito da tutti, per fronteggiarla non bisogna però utilizzare la forza ma bisogna soprattutto trasmettere giusti valori ai giovani e un compito molto importante spetta proprio alla scuola che insieme alla famiglia contribuisce alla formazione del cittadino del domani.