Alla cerimonia di consegna degli attestati di eccellenza per competenze plurilinguistiche e competenze europee/internazionali del progetto europeo CertiLingua® le nostre studentesse, maturate nell’anno scolastico 2019-2020, Correnti Veronica della 5LC della Cambridge International School, Marchese Francesca della 5LE del Liceo linguistico ordinario e Matina Gaia del Liceo linguistico Esabac, hanno ottenuto l’ambito attestato di eccellenza, distinguendosi per tre progetti in lingua spagnola, inglese e francese, nei quali hanno dato prova di possedere eccellenti competenze linguistiche ed interculturali riconosciute a livello internazionale.

 

6 Maggio 2021, Liceo Lombardo Radice di Catania, Alessandro Barbero, non un nome qualunque.

Fa gli onori  di casa la vicaria prof.ssa Giuliano, segue l'intervento dell'assessore Mirabella con l'accurata moderazione della prof.ssa Labruna, docente e intellettuale, instancabile nel campo della fruizione di eventi culturali.

Dantedì(re). La parola detta.

In occasione delle celebrazioni per i settecento anni dalla scomparsa del “Sommo Poeta” i docenti di italiano delle classi 3D, 4A , 5A e 5LB hanno aperto le porte delle loro aule e, virtualmente, hanno incontrato un attore, in questo tempo in cui i teatri sono rimasti chiusi e che ha reso gli attori “esuli” dai loro luoghi di appartenenza.

Il nostro ospite d’eccezione è stato un attore d’innegabile talento, David Coco. Interprete cinematografico e televisivo di intensi ruoli e grande protagonista delle scene teatrali italiane che ci ha fatto “viaggiare” attraverso le parole eterne di un esule che, nel periodo più difficile ha partorito il capolavoro della letteratura di tutti i tempi.

                      

Anche quest’anno, il nostro Istituto ha partecipato alla Settimana Europea della Riduzione dei Rifiuti (SERR 2020), svoltasi dal 21 al 29 novembre 2020, nell’ambito delle azioni coordinate per la riduzione dei rifiuti che il Dipartimento Acqua e Rifiuti della Regione Siciliana, membro del Comitato Promotore Nazionale, ha promosso, come in  passato, mettendo a sistema tutti coloro che hanno a cuore le sorti ecologiche dell’Isola.

Per la SERR 2020 il tema è stato 2020: Invisible waste” e ha riguardato la riduzione della produzione di rifiuti invisibili, tutti i materiali di rifiuto scartati nel corso della realizzazione di un prodotto, quelli che ne definiscono l’impatto complessivo. “2020: Invisible waste”, è un focus tematico che rappresenta un’altra sfida accolta dal nostro Istituto e che ricade nell’ambito del percorso di Educazione civica connesso allo sviluppo sostenibile, alla cittadinanza globale e alla cittadinanza digitale.

“Qui studiamo il futuro del nostro Pianeta: sfide individuali per un obiettivo globale”, è l’azione con cui il Lombardo Radice ha partecipato per dimostrare come l’educazione allo sviluppo sostenibile rappresenta uno strumento per promuovere il cambiamento.

La nostra comunità scolastica ha mostrato grande entusiasmo verso il tema dei rifiuti invisibili, con l'organizzazione di dibattiti e trattazione dei temi in classe, preparazione di elaborati, racconti, poesie, questionari e quiz, materiale fotografico, videos, prodotti multimediali che hanno impegnato i ragazzi. Oltre alla funzione didattica e formativa in Educazione civica, i prodotti realizzati, opportunamente selezionati, sono pubblicati in allegato all'interno del padlet e sui canali Facebook e YouTube dell’Istituto e sono stati divulgati anche sui canali social del Dipartimento Acqua e Rifiuti della Regione Siciliana. 

Con grande soddisfazione dei partecipanti e di tutto l'Istituto, giovedì 25 marzo si è svolta la premiazione SERR con il Lombardo Radice tra i finalisti con una tra le migliori azioni della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (SERR), svoltasi in tutta Europa dal 21 al 29 novembre 2020 e che ha visto in Italia ben 3.473 azioni realizzate. 

 Hanno partecipato le classi:

  • 1B, 1C, 1LAic, 1LB, 1LD, 1LE, 1LG, 1SC
  • 2B, 2C, 2LAic, 2LD, 2LG
  • 3C, 3LCic, 3LG
  • 4C
  • 5C, 5LE, 5LF, 5LG

Egregiamente guidate dalle seguenti proff.sse: Rossella Cassaro, Roberta Catra, Giuseppina Condorelli, Patrizia Curatolo, Irene D'Urso, Silvana Di Gregorio,Grazia Giuffrida, Mariapia Impellizzeri, Marcella Labruna, Gabriella Li Volsi, Grazia Mauceri, Lucia Mirabella, Mariapina Natoli ed Elisabetta Valente.

 Per accedere ai numerosissimi lavori cliccare sul seguente link o inquadrare il QR code. Buona lettura e buona visione!!!

https://padlet.com/mpnatoli/htc9gxmw6d6c

 

 

 Il nostro Liceo si è accreditato alla partecipazione al convegno internazionale "CHAIN Conference Team - Cultural Heritage Academic Interdisciplinary Network" attraverso il nostro referente per i beni culturali prof.ssa Marcella Labruna. È un network creato da dottorandi che unisce ricerca, istituzioni e operatori dei beni culturali.

“Libriamoci 2020” al Liceo “Lombardo Radice” di Catania

Anche in tempi di pandemia il Liceo “Lombardo Radice” di Catania non è mancato all’ormai tradizionale appuntamento con l’iniziativa “Libriamoci. Giornate di letture nelle scuole”, promossa dal Ministero dell’Istruzione e giunta alla settima edizione.

La docente referente del progetto, Marcella Labruna, ha organizzato e moderato, sulla piattaforma Gsuite dell’Istituto, ben tre sessioni di lavoro in cui le relazioni di esperti esterni, invitati per l’occasione, sono state seguite da performance di lettura ad alta voce degli studenti della scuola.

Attilio Scuderi, docente di Letterature Comparate (Università di Catania), ha inaugurato i lavori della prima e della seconda sessione di “Libriamoci” con una relazione su La forza del cambiamento. Miti, letterature e metamorfosi, incentrata sul discorso La missione dello scrittore (1976) di Elias Canetti secondo cui ogni autore di opere letterarie ha la responsabilità di essere «custode delle metamorfosi», tema cruciale della Weltliteratur, in grado di suscitare profonde passioni. Inoltre riuscendo ad accogliere questa preziosa eredità mitica nel nostro mondo, diviene possibile alimentare la nostra capacità di trasformarci e produrre metamorfosi, per addentrarci nei territori delle differenze, evitando così il rischio dell’atrofia immaginifica.

Il terzo turno di “Libriamoci” è stato invece avviato da Nuccio Ordine, docente di Letteratura Italiana (Università della Calabria) con un intervento dal titolo Lasciamoci contagiare dai classici. Attraverso una progressione di esempi da La cena delle ceneri (1584) di Giordano Bruno al celebre sermone No man is an island (1624) di John Donne, citato da Hemingway in epigrafe a For whom the bell tolls (1940), sino alla poesia Itaca (1911) di Kavafis, Ordine ha molto insistito, nel suo discorso, sul valore della solidarietà umana e sulla dignità insita nel sapere che i classici, molto meglio degli odierni influencer, sono in grado di trasmetterci ogni qual volta ci concediamo la giusta “lentezza” per leggerli ed ascoltarli.

A seguire, in tutte e tre gli incontri, sono intervenute la prof.ssa Labruna e le dott.sse Guglielmino e Nicoletti.

Marcella Labruna, docente di materie letterarie del Liceo “Lombardo Radice”, nel suo intervento Anche quelli che non ce l’hanno se la portano nel cuore (citazione camusiana), si è soffermata in particolare sul Candide, ou l’Optimisme (1759) di Voltaire e su La peste (1947) di Camus, riletti in relazione al nostro presente, soprattutto a proposito del tema della speranza e dell’ottimismo (declinato nel Candide in contrappunto alla filosofia leibniziana).

Antonella Guglielmino, giornalista pubblicista, associando le sue esperienza di vita (dalla lettura delle Fiabe di Calvino suggerita dalla madre) a quelle professionali (La lettura: da piacere intimo a lavoro pubblico il passo fu breve), ha ricordato agli studenti come il leggere sia un’esperienza vitale perché la lettura fa entrare in mondi possibili e comunica la bellezza. Ogni libro si configura infatti come un’opportunità di crescita e di ampliamento dei nostri orizzonti mentali: ecco perché, sfidando le statistiche che riportano come i giovani leggano sempre di meno, sarebbe bene andare controcorrente, alimentandosi culturalmente coi libri.

Last but not least Giulia Nicoletti, doppiatrice, laureata in Ling